Pindasweda: caratteristiche e preparazione

L’Ayurveda è una fonte preziosa di conoscenze sulle piante e le erbe medicinali. Tutte le piante che vengono usate per le loro proprietà curative, sono state valutate e classificate nel corso di migliaia di anni. Molti sono i trattamenti che questa disciplina olistica propone utilizzando le erbe, ma ci soffermeremo sui Pindasweda.

Pindasweda

Che cosa sono i Pindasweda?

Il termine Pindasweda deriva dalla lingua sancrita ed è composto da ‘‘Pinda’’ che letteralmente significa “bolo” o “tampone”, mentre ‘‘Sweda’’ viene tradotto con la parola ”sudorazione”. 

Possiamo definire perciò i Pindasweda dei particolari sacchetti di morbida stoffa di cotone, che racchiudono al loro interno miscele di erbe medicinali, spezie, riso, argilla e sale. Le applicazioni di questi preparati si possono fare a secco, a vapore o con olio caldo. Il loro scopo è quello di fornire al corpo calore e stimolare la sudorazione della parte trattata, favorendo l’eliminazione delle tossine.

Il trattamento completo con i Pindasweda comprende un massaggio preparatorio e rilassante con olio medicato di circa venti minuti, a seguire si applicano i boli caldi così da diffondere il trattamento termico. L’operatore ayurvedico ricorre sia a manovre di massaggio che di picchiettamento, o di semplice posizionamento in punti specifici del corpo, come per esempio nei Chakra. I movimenti sono rotatori, leggeri e delicati e coinvolgono solitamente tutto il corpo.

Questa pratica è consigliata in caso di affaticamento, dolori articolari, muscolatura contratta, e per migliorare la circolazione sanguigna e linfatica. L’effetto che ne risulta è un profondo rilassamento e una piacevolissima sensazione di leggerezza.

Pindasweda: indicazioni

Vediamo insieme quali sono i fitocomplessi maggiormente utilizzati per il massaggio con i Pindasweda caldi, e quali sono i loro principi attivi. Indichiamo i principali ingredienti utilizzati oggi in Occidente, per la diversa disponibilità geografica di queste erbe rispetto all’Oriente, come ad esempio:

  • Malva: azione lenitiva.
  • Zenzero: ha proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie.
  • Camomilla: ricca di flavonoidi, rilassa la muscolatura.
  • Basilico: scioglie le rigidità sia quelle del corpo che quelle della sfera emotiva. Rilassa ma è anche energizzante.
  • Biancospino: ricco di flavonoidi e vitexina, quest’ultima con azione sedativa e calmante.
  • Calendula: ricca di flavonoidi e acido salicilico, la rendono utile come lenitivo e anti infiammatorio.
  • Lavanda: ricca di flavonoidi che le conferiscono un’azione rilassante.
  • Tiglio: ricco di flavonoidi e cumarina, lo rendono un calmante e un lenitivo.
  • Rosmarino: ricco di flavonoidi, ha un’azione anti infiammatoria.

Ottimi ingredienti per i Pindasweda sono anche: il tamarindo, la radice di curcuma, le foglie di aloe, la cannella, il the verde, l’alloro, i chiodi di garofano e il cardamomo.

E’ possibile anche una preparazione domestica dei fagottini, ma è necessario considerare sempre la costituzione fisica di cascuna persona (Vata, Pitta, Kapha), secondo le indicazioni dell’Ayurveda. Vi diamo alcuni suggerimenti di ricette facili per preparare autonomamente i Pindsweda. Una volta preparato il composto verrà versato al centro della pezza di cotone morbido (circa 35×35) e verranno legate le estremità con nastro di cotone, in modo che il contenuto non fuoriesca.

Preparati per costituzione Vata:

  • zenzero (100 gr) o basilico essicato (150/200 gr)
  • semi di cardamomo verde 50 gr
  • semi di finocchio 50 gr
  • sale grosso 300 gr
  • farina integrale di ceci 250 gr
  • riso venere 300/350 gr

Mescolare tutti gli ingredienti in una ciotola, dividere il composto in 6 parti uguali e formare i  6 sacchettini.

Preparati per costituzione Pitta:

  • sandalo in polvere 150 gr
  • foglie di lavanda 250/300 gr
  • semi di cumino 80 gr
  • semi di coriandolo 50 gr
  • menta piperita 100 gr
  • sale grosso 150 gr
  • argilla verde in polvere 20/30 gr
  • riso basmati 350 gr
  • farina di riso 350/400 gr

Procedere come sopra. 

Preparati per costituzione Kapha:

  • foglie di eucalipto 200 gr
  • cardamomo nero 30 gr
  • chiodi di garofano 150 gr
  • sale grosso 350/400 gr
  • semi di senape 80 gr
  • cannella in polvere 40 gr
  • riso 250 gr
  • riso integrale 300 gr

Procedere come sopra. 

Sei interessato al corso di massaggio ayurvedico abyangam? Richiedi informazione